LA LEGGE DI BILANCIO 2018 RIDISEGNA GLI INCENTIVI SULLA CASA.

Favorisce gli interventi capaci di migliorare la prestazione energetica degli edifici e introduce un incentivo rafforzato per gli interventi integrati di efficientamento energetico e messa in sicurezza antisismica.

 

è un metodo innovativo ideato dalla Violin & Partners Architetti Associati che nasce dalla recente possibilità, nel caso di interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali, di optare per la cessione del credito in luogo della detrazione fiscale e superare così l’ostacolo dell’investimento iniziale. Attraverso un accordo con una serie di imprese strutturate e radicate sul territorio siamo in grado di accettare come parziale pagamento dei costi di realizzazione il credito maturato dal condominio nei confronti dell’Erario.
Di seguito alcuni esempi esplicativi.

SISMABONUS

Agli interventi su parti comuni di edifici condominiali ricadenti nelle zone sismiche 1, 2 e 3 finalizzati alla riduzione del rischio sismico spetta una detrazione della spesa nella misura dell’75%, ove gli interventi determinino il passaggio ad una classe di rischio inferiore, o dell’85% ove gli interventi determinino il passaggio a due classi di rischio inferiori. La detrazione è ripartita in 5 quote annuali di pari importo e si applica su un ammontare delle spese* non superiore a 96.000 € per ogni unità immobiliare.

ECOBONUS

Le spese sostenute fino 31 dicembre 2021 per interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali, che interessino l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25 % della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo, godono di una detrazione fiscale del 70 %. La medesima detrazione spetta, nella misura del 75 %, per le spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica relativi alle parti comuni di edifici condominiali finalizzati a migliorare la prestazione energetica invernale ed estiva e che conseguano almeno la qualità media di cui al decreto del Ministro dello sviluppo economico 26 giugno 2015 (requisiti minimi). Le detrazioni è ripartita in 10 quote annuali di pari importo e si applica su un ammontare complessivo delle spese* non superiore a 40.000 € per ogni unità immobiliare.

SISMABONUS + ECOBONUS

Agli interventi su parti comuni di edifici condominiali ricadenti nelle zone sismiche 1, 2 e 3 finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico e alla riqualificazione energetica spetta una detrazione della spesa nella misura dell’80%, ove gli interventi determinino il passaggio ad una classe di rischio inferiore, o dell’85% ove gli interventi determinino il passaggio a due classi di rischio inferiori. La detrazione è ripartita in 10 quote annuali di pari importo e si applica su un ammontare delle spese* non superiore a 136.000 € per ogni unità immobiliare.

* Oltre alle spese necessarie per l’esecuzione dei lavori, ai fini della detrazione, è possibile considerare anche le spese per le prestazioni professionali connesse.

 

TABELLA RIEPILOGATIVA

 Percentuale di detrazioneImporto massimo su cui calcolare la detrazioneRipartizione della detrazione
Sismabonus75% - 85%€ 96.000/Unità Immobiliare5 anni
Ecobonus70% - 75%€ 40.000/Unità Immobiliare10 anni
Sismabonus + Ecobonus80% - 85%€ 136.000/Unità Immobiliare10 anni

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio