Pratiche di Nulla Osta per immobili vincolati

Gli interventi edilizi su beni culturali dovranno essere preventivamente autorizzati dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio (art. 21 c. 4 del D.Lgs 42/2004). Il nulla osta dovrà essere acquisito per qualsiasi tipo di intervento edilizio (anche per semplice manutenzione ordinaria o intervento edilizio libero).

L’autorizzazione è resa su progetto o, qualora sufficiente, su descrizione tecnica dell’intervento, presentati dal richiedente, e può contenere prescrizioni. Se i lavori non iniziano entro cinque anni dal rilascio dell’autorizzazione, il soprintendente può dettare prescrizioni ovvero integrare o variare quelle già date in relazione al mutare delle tecniche di conservazione.

Lautorizzazione è rilasciata, nel caso non fossero richiesti chiarimenti o elementi integrativi, entro il termine di 120 giorni dalla ricezione della domanda da parte della Soprintendenza.

art. 21 e 22 del D.Lgs 42/2004 (Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio)